Español  Italiano  
COSA FACCIAMO    CHI SIAMO    CENTRI    METODOLOGIA    CONTATTI
HOME PAGE  |  ADOZIONI  |  DONAZIONI  |  LINKS  |  DOVE SIAMO
PROGRAMMA E METODOLOGIA DEI CENTRI DI RIABILITAZIONE

Nata come risposta al problema dalla droga, la Comunidad Encuentro si è andata consolidando in Italia e nel mondo sempre meno come terapia e sempre piú come una proposta di vita, orientando la sua attenzione verso l'uomo che soffre, piú che alle sostanze o i sintomi e il malessere che si presentano , considerando che la droga, l'alcool o qualunque altra sostanza sono conseguenza del malessere esistenziale, cioè LA DROGA É un punto di arrivo e non di PARTENZA, una "soluzione" per potere riempire un vuoto INTERIORE.

Considerando l'importanza di questi aspetti fondamentali, il programma della C. E. Si basa sulla continua ricostruzione delle basi morali, sociali e fisiche dell'uomo, in poche parole DARE UN SENSO ALLA PROPRIA VITA, LIBERO DI VIVERE ED APPROFONDIRE I PROPRI IDEALI, COME UN'ELEZIONE PERSONALE, VIVENDO COME PROTAGONISTA E NON come MALATO, LA SUA REALTÀ.

La metodologia di intervento del Comunità Incontro si fonda sullo strumento fondamentale della comunicazione e confronto interpersonale che è la base di qualunque capacità di relazione, di ritrovamento dell'identità personale e della collocazione sociale, attraverso una partecipazione completa dell'individuo nella vita quotidiana del centro, coordinata ed orientata mediante colloqui individuali e di gruppo, riunioni di gruppo, orientate alla discussione dei problemi individui in relazione a se stesso e verso l'altro, studio e formazione personale, attività lavorative, tempo libero, sport ed attività culturali e ricreative, tutto questo sotto la guida esperta ed attenta degli operatori .

OBIETTIVI

Gli obiettivi della Comunità Incontro sono umanitari, sociali e culturali senza fare nessuna discriminazione di razza, religione, idea politica, etc.
Ofrecer un periodo de intensa y profunda experiencia de vida y de socialización a personas que han perdido la orientación psico-social, pero sobretodo la interior, alrededor de la cual poder construir una vida autónoma, responsable y de relaciones.

Le attività formative, lavorative, educative, culturali, sociali, ricreative, sono specificamente organizzate per il cambiamento integrale della persona, fedeli alla filosofia della Comunità.

La Giornata é organizzata in otto ore di attività scolastiche e lavorative, otto ore di confronto pratico nella relazione con gli altri, attraverso momenti di gruppi, riunioni, attività culturali, ricreative e deporta e otto ore di riposo.
Ogni persona partecipa attivamente come protagonista alla vita del centro, senza nessuna forma di isolamento, portando avanti le sue responsabilità attraverso un aiuto vicendevole.

La Comunidad Encuentro non ha struttura di un centro medico, né ha un regime di ospedale. Il programma è basato in una terapia di autoaiuto, nella quale i residenti di più periodo hanno la missione di insegnare e condurre coloro che hanno meno periodo nella vita comunitaria con l'obiettivo di ottenere un pieno recupero della persona ed una forte preparazione per la sua reincorporazione alla società.


C'è un compimento rigoroso di tutta la normativa, degli orari e dei principi e norme della Comunità.

Il tempo approssimato di durata del programma è tra i 24 e 36 mesi, distribuito in tre fasi.

La prima fase dura approssimativamente un anno e comprende l'accoglienza ed il posteriore passaggio a residenza. Durante il periodo di accoglienza il giovane ricoverato rimane costantemente sotto la supervisione di vari responsabili e residenti di più periodo che hanno come missione fargli capire lo stile di vita che propone la Comunità, lasciargli la libertá di capire che sono lì per aiutarlo a abbandonare la droga e aiutarlo a raggiungere il cambiamento che dovrá guidare la sua vita. Dopo questo primo periodo il giovane si incorpora alla vita , ai principi e alle regole che seguono i residenti in Comunità.

Ad ognuno dei residenti è assegnato dall'inizio una o varie responsabilità, inizialmente piccole, ma che servano per responsabilizzarlo dei suoi atti e generare un stimolo positivo nella misura in cui si vede capace di superarli.

L'oggetto di questa prima fase è il che i residenti si adattino perfettamente alla vita nella Comunità che si recuperino bene fisicamente e spiritualmente , che recuperino l'equilibrio mentale necessario per poter incominciare a cambiare quegli aspetti della propria persona che si sono modificati col consumo di droghe.

La seconda fase abbraccia fino al secondo anno in comunità, il cui obiettivo é che i giovani affrontino le proprie difficoltà personali e che continuino a recuperare i valori e principi necessari per poter portare avanti nel futuro una vita degna e feconda.

La terza ed ultima fase comprende il periodo che va fino alla fine del programma, ed il suo obiettivo è preparare la persona per il suo reingresso nella società.

Fanno parte del programma vari permessi approssimativamente terminando ogni anno ed il cui obiettivo è continuare a facilitare al ragazzo l'incorporazione al seno familiare e la società in generale.

Gran importanza si dà alla formazione scolare; nella Comunidad Encuentro funziona una scuola con corsi primari e secondari ed universitari in moderni stabilimenti. Questa formazione si integra con la professionalizacione dei ragazzi residenti attraverso corsi specializzati in differenti settori, falegnameria, meccanica, metallurgia, agropecuaria.


ATTIVITÀ LAVORATIVE


La casa è organizzata permanentemente dai propri residenti e qui si realizzano tutti i compiti necessari per il suo mantenimento, ordine e pulizia, etc.

I gruppi di lavoro si preparano di forma rigorosa. Questa organizzazione del lavoro non cerca un maggiore rendimento lavorativo, ma cerca nel lavoro un metodo di comunicazione tra i residenti, offrendo un campo propizio per aprirsi sui propri problemi, trovando chi è capace di capirlo ed aiutarlo, mostrandogli la strada da seguire con atteggiamento preciso e chiaro.

La partecipazione in tutte le attività lavorative è fondamentale perché la C. E. considera il lavoro come una delle basi della sua metodologia, dando alla persona un strumento educativo e principalmente orientarlo, una volta conosciute le sue potenzialità e capacità, verso una formazione tecnica e professionale specifica.

I residenti mantengono tra loro un atteggiamento di dialogo e comunicazione permanente durante l'attività lavorative


RIUNIONI


Nel programma si aggiungono anche le riunioni di gruppo per facilitare la comunicazione interpersonale.

Queste riunioni si distribuiscono per abbracciare diversi campi della vita del centro come lavoro, organizzazione della casa, stato personale di ogni residente e formazione delle persone e sono dirette da responsabilei e persone qualificate, preparate dalla squadra tecnica dell'Associazione.

Si incorporano anche i parenti a queste riunioni , negli incontri delle domeniche di visita, per informarli sull`andamento del centro e del familiare residente e per ricostruire le relazioni familiari, tanto deteriorate in passato .


Attivitá ricreative.


Le attività ricreative sono orientate a che i residenti abbiano momenti più distesi, ma che sono anche molto importanti nella formazione personale, perché favoriscono la comunicazione, la lettura, etc.


RACCOMANDAZIONI PER L`INGRESSO NELLA COMUNIDAD ENCUENTRO


Per facilitare il lavoro e l'attenzione sul residente nella COMUNIDAD ENCUENTRO risulta imprescindibile tenere in conto i seguenti requisiti che preferibilmente devono essere osservati per tutti COLORO CHE entrano in comunitá.

Tutte le persone, prima di entrare ai centri dovranno fare alcune interviste nell'ufficio centrale in Santa Cruz, per valutare lo stato del giovane, le sue motivazioni, informare sulla metodologia e programma comunitario, rimettere a visite mediche obbligatorie.

ACOMPAGNAMENTO CLINICO


Se prima di entrare nella Comunità hai bisogno di qualche tipo di aiuto farmalógico per toglierti la sindrome di astinenza , accorri al posto adeguato. Ricorda che nella Comunidad Encuentro non ti sarà amministrato nessun tipo di droga o sostitutivo per uscire dalla sindrome di astinenza.
Per entrare ai centri di riabilitazione è obbligatorio:
Revisione medica e relativo certificato del medico.
Analisi cliniche:

-hematocrito
-HIV
-VDRL
-Baciloscopia


Altre analisi secondo necessità della persona e secondo indicazione del medico

VESTUARIO


Non deve portarsi troppi vestiti, limitandosi alla cose essenziali (jeans) giaccone, calzini, ciabatte di lavoro e di doccia, accappatoio, borsa di igiene personale completa, schiuma e rasoi, pettine, cortaunghie, spazzolino da denti e dentifricio, etc.


NORME BASILARI DEL PROGRAMMA E DI CONVIVENZA DELLA COMUNIDAD ENCUENTRO


Il programma che si propone è un programma libero di droghe, farmaci o sostanze sostitutive, e si sviluppa in una permanenza nel centro ininterrotta . La COMUNIDAD ENCUENTRO non è un Centro Ospitalario né una comunità sanitaria, ed ogni residente è assolutamente responsabile dei suoi atti, tanto come di incidenti, tanto dentro come fuori del centro, per questo che la Comunità non si fa responsabile dai residenti dal momento che escono dal centro, sia per permessi, visite mediche, etc.


FATTORI LIMITATORI DELL' INGRESSO


Nel momento dell`ingresso controlli le appartenenze personali, non potendo entrare in Comunità farmaci, droghe, alcool, sigarette, denaro né oggetti di valore.

Nel trovare posteriormente una persona in possesso di qualsiasi di questi articoli alla sua ammissione nel centro, può significare l'immediata espulsione dello stesso.

Esistono una serie di situazioni mediche che possono ostacolare l'ingresso nella Comunità, come possono essere:
Problemi Psicologici, Psicosi , Anoressia , forte aggressivitá.

Si prega di non presentarsi il giorno dell'ingresso sotto gli effetti di droghe o alcool, per rispetto degli altri residenti e per un migliore adattamento. In casi particolari, il non rispettare questa norma , può condurre alla non accettazione dell'ingresso da parte della Comunidad Encuentro.

AI FAMILIARI


Preghiamo i parenti di avere la massima responsabilità. Qualunque cosa che vogliano portare al centro, al momento dell´ingresso oppure posteriormente in alcune visite familiari, dovrà essere consegnata sempre e solo ai responsabili.

Se volontariamente i parenti portano al centro residenziale alimenti, vestiario o denaro, non potranno in nessun caso fare consegna diretta al residente.

Non si discrimina nessuno per non avere mezzi economici benché le famiglie dovrebbero fare tutto il possibile per contribuire con una collaborazione mensile.


REGOLE PER CHI ENTRA NEI CENTRI DELLA COMUNIDAD ENCUENTRO

1.- È proibito portare o usare droghe.- alcool, psicofarmaci, all'ingresso nel centro ogni persona sarà controllata totalmente da due responsabili , per evitare l'ingresso di sostanze od oggetti proibiti. Le famiglie non dovranno lasciare nessuna sostanza o altro ai loro parenti che stanno per etrare in Comunitá, in caso questo succedesse , le famiglie saranno espulse con la persona che deve entrare, senza permesso di ritorno.
2.- Non si permette denaro personale od oggetti come radio , cellulari ed altri apparati. Nelle domeniche e giorni festivi si permette ascoltare musica nell'orario stabilito ed a carico del primo responsabile.
La televisione può vedersi i giorni giovedì e domenica, ed i giorni festivi, dopo cena, i programmi saranno stabiliti dai responsabili del centro.
3.- È proibito usare violenza, prepotenza, né da parte dei residenti né da parte dei responsabili, né si permettono preferenze o eccezioni, in caso contrario la persona sarà ritirata del centro.
4.- No se permite ninguna forma de aislamiento, ni solo ni con otros en particular.
5.- Non si permette nessuna forma di isolamento, né solo né con altri
6.-Le riunioni di gruppo, durante il primo mese, si faranno giornalmente, dopo questo periodo si faranno tre volte alla settimana, compiendo l'orario e programma del giorno: Gli orari si rispettano al massimo, tanto per il lavoro come per il tempo di riposo ed attività.

6:00 Ora di alzarsi
6:30 Colazione
7:00 – 12:00 Attività secondo le responsabilità .
12:30 Pranzo
13, 00-14,00 responsabilità e riunioni secondo il programma

14:00 – 15:15 Riposo
15:30 – 18:00 Attività varie secondo le responsabilità
19:00 Cena inverno
20:00 Cena estate
21:00 – 22:00 attività ricreative e culturali

7.- Il primo ritorno alla famiglia sarà dopo un anno di permanenza in Comunità, per una settimana, il viaggio di andata e ritorno sará a carico delle famiglie , se è un minorenne queste devono farsi carico di riprenderlo al centro e finita la verifica annuale o per altro permesso , riportarli al centro.

8.- In caso di decidere di lasciare la Comunità prima di completare il programma, un eventuale ritorno potrà essere dopo un'attenta valutazione dei direttori della Comunità.
In caso che il residente decida di interrompere il programma dovrà portarsi con sé tutte le sue cose di uso personale. Non è possibile effettuare restituzioni di nessun genere dopo che il residente abbia abbandonato la Comunità. Dal momento in cui esce dal centro, la Comunidad Encuentro non é responsabile della condotta dell'exresidente, lui stesso sarà responsabile di tutti i possibili atti che possa realizzare.
Se il residente è minore di età, in caso che decidesse di abbandonare il programma, i familiari o responsabili dello stesso , devono recarsi al centro prima delle 24 ore dal momento in cui sono stati interpellati dalla Comunità, per farsi carico del residente, e questo si impegna ad aspettare l'arrivo dei suoi familiari o responsabili. Nel caso il minorenne prenda la decisione di non aspettare i suoi parenti, sarà accompagnato all´ autobus per Santa Cruz e la Comunità non si assume nessuna responsabilità. Né per questo né in caso di fuga.
9.- Se abbandona il centro non gli sarà dato nessun denaro per il viaggio, solamente sará portato fino all` autobus di ritorno a Santa Cruz, i parenti dovranno pagare posteriormente il rispettivo passaggio , presso gli uffici della Comunidad Encuentro.
10.- Non si potrà ricevere corrispondenza, casi eccezionali solo con permesso del direttore; si potrà scrivere ai parenti, col permesso del primo responsabile, dopo un mese di permanenza.
11.- L'ufficio non si responsabilizza delle spedizioni di pacchi o altro ai loro figli in Comunitá.
12.- I parenti ed istituzioni corrispondenti si responsabilizzano nel portare le persone che entrano ai centri stabiliti per i direttori , attraverso un permesso di ingresso che verrá dato nell`ultima intervista all`ufficio di Santa Cruz.
13.- Gli incontri coi parenti si realizzeranno dopo il primo mese di residenza, solamente l`ultima domenica del mese, una sola volta al mese.
L`ingresso dei parenti al centro sará dalle 10:30 a 11:30, e possono rimanere nel centro fino alle ore 15:00 .
14.- Non si permettono visite a sorelle, fidanzate ,amiche ed amici, questo per le situazioni equivoche create da alcune di loro all`interno dei centri .
Sarà permessa la visita delle sorelle o fidanzate ufficiali , solamente nei giorni di Natale, Pasqua e quando abbiamo le visite del nostro fondatore, Mons. Pietro Gelmini, ma solo con il permesso dei direttori, dovendo queste mantenere un comportamento serio sia nel vestiario personale che nei modi , non dimenticando la sacralitá del posto in cui stanno in visita.
Possono partecipare alle visite domenicali, i genitori, zii e fratelli, senza problemi di droga o alcool.
Non si permette ai parenti l'ingresso di sostanze proibite, droghe, alcool, sigarette, etc.), in questo caso saranno espulsi dal centro con il loro familiare residente.
15.- È proibito ai parenti consegnare direttamente al proprio parente residente nella Comunità qualunque cosa, cibo, pacchi, oggetti personali, etc.)
16.- I parenti e il residente non possono allontanare dal gruppo né è permesso loro l'ingresso nella casa e soprattutto nei dormitori.
17.- I parenti si impegnano a collaborare secondo le proprie possibilità.
18.- In caso di ingresso di minori, la Comunidad Encuentro non si responsabilizza se il minorenne scappa o per qualunque contrattempo o incidente che possa avere lo stesso sia dentro che fuori dal centro di residenza i familiari firmeranno un documento di accettazione delle norme della Comuni´ta , liberando da qualsiasi responsabilitá morale e civile la stessa.
La persona che entra in Comunità porterà le sue cose personali (vestiario) e lui stesso dovrà esserne responsabile.
Inoltre i parenti dovranno portare al momento dell`ingresso :
2 paia di lenzuola e 2 asciugamani che non si restituiscono né dopo un giorno di permanenza.
Materiale scolastico per coloro che vanno a scuola.
Mensilmente dovranno portare prodotti di igiene, si danno al primo responsabile:
1.- 1 kg. di detersivo per panni
2.- 1 lit. di varechina
3.- 5 rotoli di carta igienica
4.- 3 saponi per panni
5.- 1 lit. di shampoo
6.- 4 pacchetti di tovaglioli
7.- Verdura o alimenti per tutti, coloro che vogliono e possono.

20.- I MINORENNI SARANNO INVIATI NEL loro RISPETTIVO CENTRO DIPENDENDO DALL'ETÀ E DAL MOTIVO DELL´INGRESSO.
LI bambini e adolescenti avranno un programma adeguato alle loro esigenze, attraverso una formazione ed educazione integrale, dovendo assistere obbligatoriamente a scuola , seguiti da professori dello Stato nella scuola interna della Comunità.

21-NON SI PERMETTONO USCITE DAL CENTRO A NESSUNA PERSONA, NÉ BAMBINI NÉ ADULTI. Casi eccezionali saranno con Il permesso del direttore, per verifica una volta all'anno, per visite mediche o per passeggiate culturali, accompagnati dai responsabili o dai parenti.

COMUNIDAD ENCUENTRO - Calle Rogelia Rojo No 1 - Santa Cruz de la Sierra - Bolivia - Tel: 00591-3-3461717 - Email: coencuentro@cotas.com.bo